Stampa

Content
CS_2014_EIMA_EHC8 06-11-2014

Il controllo elettroidraulico Rexroth per sollevatori: un balzo tecnologico per trattori di bassa potenza fino ad 80 CV

Al segmento di mercato dei trattori di piccola potenza fino ad 80 CV, la moderna elettroidraulica era fino ad oggi preclusa – soprattutto il controllo elettroidraulico del sollevatore: per questa funzione si adotta esclusivamente la regolazione attraverso una soluzione meccanica. Il conducente del trattore è quindi costretto a ruotare il busto all’indietro, per regolare manualmente, tramite le leve dietro al sedile, la profondità di lavorazione dell’aratro; l’aratro s’impunta continuamente e le ruote motrici slittano. Tutto ciò, oltre a compattare eccessivamente il terreno, aumenta i consumi di carburante. Tale status quo tecnologico, immutato da decenni, è ora destinato a cambiare con il controllo elettroidraulico del sollevatore per trattori fino ad 80 cv EHC-8, sviluppato e prodotto da Bosch Rexroth in India.

Tutti i componenti elettronici e idraulici della soluzione di sistema EHC-8 – valvola di regolazione, centralina, sensori angolari e di sforzo e pannello di controllo– sono stati completamente rivisti sulla base di collaudati componenti, oppure sviluppati ex novo, da Bosch Rexroth in India, in stretta collaborazione con un leader nella costruzione di trattori. La soluzione di sistema, armonizzata ai requisiti locali, regola automaticamente la profondità di lavorazione preimpostata senza alcun intervento da parte dell’operatore. La grande precisione del sistema consente di lavorare il terreno anche a profondità ridotte, cosa non possibile ad una regolazione meccanica, in quanto soggetta ad usura.

Il controllo elettroidraulico del sollevatore EHC-8, inoltre, riduce sensibilmente lo slittamento e, di conseguenza, previene la perdita di trazione delle ruote motrici, contenendo quindi anche i consumi di carburante e l’usura dei pneumatici. E, al contempo, questa soluzione risulta meno gravosa per il terreno.

Negli spostamenti fra i vari luoghi d’impiego, il sistema migliora anche la sicurezza di marcia: soprattutto nei trattori leggeri, infatti, i pesanti attrezzi portati spostano il baricentro all’indietro tanto che le ruote anteriori, in condizioni stradali sfavorevoli, si sollevano, rendendo impossibile all’operatore controllare il veicolo. Il sistema attivo anti oscillazioni collegato, migliora così le caratteristiche di marcia in situazioni critiche.

La maggior parte dei trattori fino ad 80 cv prodotti per i Paesi emergenti sono privi di cabina: il pannello di controllo, quindi, è completamente esposto alla pioggia e alla polvere. Adattato ai requisiti locali, il sistema Rexroth comprende pertanto un pannello di controllo ad hoc, che, nella prima applicazione di serie, è integrato nel bracciolo del sedile di guida. L’operatore può quindi comandare il sistema con una sola mano, potendo concentrarsi sulla marcia e senza più dover comandare gli attrezzi di lavorazione voltandosi all’indietro. Inoltre, il sensore di sforzo posto sul terzo punto è posizionato talmente in alto da risultare protetto dall’acqua anche in caso di applicazione in risaie.

 

Ricerca il comunicato


Contatti

Bosch Rexroth SpA Ufficio Stampa
Strada Statale Padana Superiore 11 41
20063 Cernusco sul Naviglio
marketing@boschrexroth.it




Articoli correlati

31-10-2018
Article

Bosch Rexroth al servizio dei costruttori con progetti speciali o piccole serie

Il tessuto industriale e imprenditoriale italiano è costituito da una miriade di piccoli imprenditori che hanno realizzato e realizzano ogni giorno straordinarie creazioni originali nel campo della meccanica, la cui alta qualità è ricercata da ogni angolo del mondo. Bosch Rexroth incontra le esigenze di queste aziende con soluzioni personalizzate “ad hoc”, in base alle singole specificità che sono variegate e molteplici. Per questo Bosch Rexroth al suo interno ha creato da qualche anno una divisione specifica e dedicata al “Custom Development” per applicazioni mobili.


31-10-2018
Article

Rapide e robuste: la nuova famiglia di valvole a sede a 2 vie

Con la nuova famiglia di valvole a sede a due vie KSVS, Rexroth completa l’ampia offerta di elementi di comando per l’idraulica compatta. I nuovi componenti sono particolarmente robusti e garantiscono, grazie alla funzione Boost, movimenti finali più rapidi durante le operazioni di sollevamento e abbassamento dei carichi. Le valvole calibrate in fabbrica soddisfano inoltre i requisiti dei produttori di applicazioni mobili rispetto alle ristrette tolleranze delle relative curve caratteristiche.