Intelligenza per il laser

Drives and control for Chinese laser cutting machine
Marginal Column
Content

Novembre 2017

 

Già da molti anni, Han’s Laser equipaggia le proprie macchine con tecnologia di azionamento Rexroth. Per una nuova macchina da taglio al laser, gli ingegneri dell’azienda hanno nuovamente puntato sulla tecnologia di controllo Indra-Motion MTX di Bosch Rexroth che, inoltre, protegge l’azienda cinese dai plagi.

Per circa quattro secoli, la Dinastia Han fece la storia dell’impero cinese. Tempi lontani... tuttavia, il nome di quell’influente casato vive ancora oggi: la maggiore etnia del Regno di Mezzo, infatti sono proprio i cinesi Han. Perciò, il costruttore leader cinese di macchine per lavorazioni al laser ha scelto di chiamarsi Han’s Laser. L’azienda, fondata nel 1996, ha sede nella megalopoli di Shenzhen, a Nord di Hong Kong, e si avvale di 8.000 collaboratori. Il portfolio di produzione prevede oltre 200 modelli di marcatrici, saldatrici e macchine da taglio al laser, impiegate nei settori più diversi: dai fornitori dell’industria automobilistica ai produttori di computer o di giocattoli. Ma ovunque, i requisiti sono gli stessi: le macchine devono operare in modo rapido, preciso e affidabile. Di conseguenza anche la nuova macchina da taglio al laser G3015 HF, che consente di tagliare vari tipi di metalli praticamente in qualsiasi forma si desideri.

Azionamenti per cinque assi

Per la tecnologia di azionamento, gli ingegneri di Han’s Laser hanno presto individuato le soluzioni da adottare: sistemi di azionamento IndraDrive e servomotori IndraDyn. Il Direttore dell’azienda, Chen Yan, ci spiega: “Fin dal 2005 lavoriamo con azionamenti Rexroth, con i quali abbiamo raccolto ottime esperienze”. Nella G3015 HF, gli azionamenti muovono cinque assi, mediante i quali la testa di lavorazione del laser a stato solido sfreccia precisa sulla lamiera da lavorare. Tuttavia, se la tecnologia di azionamento deve svolgere un buon lavoro, è la tecnologia di controllo a doverglielo indicare. “L’unità di controllo è, per così dire, il cervello della macchina. In azienda sapevamo che Bosch Rexroth vanta anche competenze in ambito controllo CNC. Siccome la collaborazione è sempre stata molto valida, per la G3015 HF abbiamo quindi scelto una soluzione CNC firmata Rexroth”, conclude Yan. Nelle tecnologie al laser, i requisiti dell’unità di controllo sono piuttosto diversi rispetto alle classiche macchine utensili CNC ad asportazione di truciolo, utilizzate per tornitura, fresatura o rettifica. Yuan Jiang, National Sales Manager di Bosch Rexroth Cina, spiega: “Nelle macchine da taglio al laser vi sono molte funzionalità specifiche, come ad esempio la regolazione automatica dell’altezza, il controllo della potenza del laser o la cosiddetta funzione Retrace, che riporta la testa di lavorazione sul contorno che il laser ha già tagliato nella lamiera”. Questa manovra risulta necessaria quando il laser deve nuovamente accostarsi dopo un’interruzione. “Nelle macchine ad asportazione di truciolo, tali funzioni non occorrono”.

Rapida e precisa

Con IndraMotion MTX, Bosch Rexroth ha sviluppato una piattaforma CNC utilizzabile in molti tipi di macchine utensili CNC: quindi, anche nelle macchine da taglio al laser. Ciò grazie alla concezione modulare di hardware e software. “Abbiamo ottimizzato le funzioni di controllo espressamente per gli impegnativi compiti della tecnologia al laser”, ci dice Jiang. La soluzione ha pienamente convinto i responsabili di Han’s Laser. “I rapidi tempi di reazione e l’ottimale controllo della velocità sono ideali per i requisiti della nostra macchina”, aggiunge Yan. E le prestazioni della G3015 HF lo dimostrano chiaramente: il laser taglia fino a 200 metri di lamiere al minuto. Il tutto, con grande affidabilità: la macchina è infatti concepita per essere impiegata 24 ore su 24 e, quindi, perfetta per la produzione di serie. Un ulteriore vantaggio sono le ridottissime necessità di manutenzione.

Protezione dai plagi

Chiunque abbia successo sul mercato, naturalmente, attira imitatori. Per Han’s Laser era quindi importante poter integrare il proprio software, non molto agevole da copiare. “Siccome abbiamo raccolto un grande know-how, teniamo ovviamente a proteggerlo; inoltre, ci occorrevano interfacce aperte, per consentire ai nostri programmatori di reagire rapidamente alle singole esigenze dei clienti. Pertanto, una tecnologia aperta nel kernel NC era per noi un aspetto molto importante, affinché potessimo sempre accedere al kernel di controllo”, prosegue Yan. La tecnologia software Open Core Interface consente l’accesso diretto alle funzioni drive&control anche con applicazioni basate su linguaggi evoluti: perciò, integrare il proprio software nei sistemi Rexroth risulta molto semplice. “Con la programmazione personalizzata possiamo, ad esempio, rispondere più rapidamente della concorrenza ad una nuova esigenza della clientela – e questo è qualcosa che nessuno può copiare”, sottolinea Yan. Il Direttore è molto soddisfatto del risultato: “Nel progetto della G3015 HF, a conviverci non è stata soltanto la tecnologia: anche la competenza di Bosch Rexroth nelle consulenze ci è stata di grande aiuto nella fase di sviluppo”.

Han’s Laser si avvale di 8.000 collaboratori e produce oltre 200 modelli di marcatrici, saldatrici e macchine da taglio al laser. Magnifier

Han’s Laser si avvale di 8.000 collaboratori e produce oltre 200 modelli di marcatrici, saldatrici e macchine da taglio al laser.