Marginal Column

Nuova forza per carichi roventi

Content

Novembre 2015

 

A Tata Steel, il gigante del settore acciaio, Bosch Rexroth ha fornito quattro contenitori idraulici con l’intera tecnologia drive&control per le macchine di trasferimento coke. Tale soluzione non soltanto è stata concepita espressamente per i requisiti indiani, ma anche, per la prima volta, prodotta in loco.

Magnifier
 

Conclusa la prima fase, a fine 2015, la nuova acciaieria del Gruppo indiano Tata Steel potrà produrre tre milioni di tonnellate d’acciaio all’anno; al termine della seconda fase, i milioni di tonnellate saranno sei. Parte dell’immenso impianto, sito nel complesso industriale di Kalinganagar, nel distretto di Odisha, si trova già in fase di messa in Service: la produzione inizierà a fine 2015. Tata Steel, il maggior produttore d’acciaio dell’intera India, con il nuovo stabilimento intende rispondere al crescente fabbisogno di questo versatile materiale. Sui circa quattordici chilometri quadrati dell’area sono riunite tutte le principali fasi di produzione dell’acciaio, con cokeria, impianto di sinterizzazione, altoforno, acciaieria vera e propria e laminatoio a caldo. Per la cokeria, Bosch Rexroth India ha progettato e fornito al cliente

quattro contenitori con l’intera idraulica drive&control per le macchine di trasferimento coke. Mentre queste ultime trasportano le formelle di coke ad alta temperatura dal forno verso il carrello di estinzione, vanno svolti numerosi altri compiti: fra essi, l’apertura della porta del forno, la pulizia delle relative guarnizioni e, naturalmente, il controllo della guida formelle. Infine,

il carrello di estinzione provvede allo scarico a scossa del carico ad alta temperatura. Tali processi comportano emissioni di fumi e polveri a temperature elevate, che vengono raccolti da un apposito sistema di cappe e condotti verso un impianto di filtraggio.

All’interno dell’altoforno, il coke funge da combustibile e

riducente, per ottenere la ghisa d’altoforno dal minerale di ferro.

Uno sguardo all’interno del contenitore idraulico. Magnifier

Uno sguardo all’interno del contenitore idraulico.

 

Una prima assoluta in India

“In India, siamo il primo costruttore in assoluto ad aver concepito contenitori di questo tipo – premontati, tecnicamente ottimizzati e completi di tutti i collegamenti – e ad averli prodotti, adattandoli espressamente per i requisiti sul campo. A tale scopo, abbiamo curato

l’intero progetto, dalla progettazione all’installazione”, ci

spiega Dipan Shah, Senior Manager di Bosch Rexroth India e Responsabile del progetto. La commessa per queste realizzazioni specifiche è stata assegnata dal reparto Tata Growth Shop, responsabile degli equipaggiamenti tecnici delle acciaierie. Ciascuno dei

quattro contenitori praticabili, che Bosch Rexroth ha prodotto nel locale stabilimento di Sanand, misura poco meno di sette metri in lunghezza, tre metri in larghezza e quasi tre in altezza. Doppie pareti, dotate di uno speciale isolamento, proteggono le apparecchiature tecniche all’interno da acqua, polveri e calore; inoltre, i

dispositivi integrati di protezione ed allarme antincendio garantiscono la massima sicurezza anche in quest’ambito. I contenitori sono quindi ottimizzati al meglio per il clima indiano e per le gravose condizioni ambientali tipiche delle acciaierie. Le apparecchiature

interne sono composte quasi esclusivamente da componenti Rexroth: unità idraulica con gruppi motore-pompa, postazioni di accumulo, pannelli valvole, morsettiere elettriche, tutto già completamente dotato di tubazioni, cablato e collaudato dagli ingegneri Bosch Rexroth. L’insieme di tali componenti assicura l’azionamento e il controllo delle svariate funzionalità della macchina di trasferimento coke. “Questa filosofia, concepita come soluzione Plug & Play per una rapida messa in Service, consente a Tata Steel un’integrazione molto agevole nelle macchine di trasferimento coke, risparmiando al cliente ulteriori investimenti in ambito

edile”, prosegue a spiegarci Shah, che puntualizza un altro aspetto: “Oltre a tutto ciò, i contenitori consentono un’agevole manutenzione in remoto”. Un’ulteriore sfida consisteva nel trasporto verso l’acciaieria, distante oltre 1.600 chilometri. “Date le dimensioni e il peso dei contenitori, abbiamo sviluppato speciali apparecchiature,

per evitare danni in fase di carico e scarico”.

Una qualità che convince

Grazie a tali provvedimenti, la consegna si è svolta senza intoppi e Tata Growth Shop ha espresso grande soddisfazione per le ottime condizioni delle apparecchiature ricevute. “I nostri ingegneri hanno molto apprezzato l’elevata qualità dell’insieme”, ci dice Sheshadri Kumar, Responsabile del progetto per conto di Tata Steel. Due dei contenitori sono entrati in Service già nel 2014; gli altri seguiranno alla fine di quest’anno. Inoltre, per l’intero ciclo di vita dei contenitori, sarà disponibile un referente Bosch Rexroth in loco.

Il contenitore pronto, fotografato poco prima della consegna. Magnifier

Il contenitore pronto, fotografato poco prima della consegna.