Una migliore tecnica di affinazione in convertitore

Hydraulic drives for converter refining
Marginal Column
Content

Marzo 2017

 

L’equipaggiamento e il controllo di processo per tecnica di affi nazione in convertitore di Uvån Hagfors Teknologi AB (UHT) si servono dei sistemi di azionamento diretto Hägglunds di Rexroth.

L’azienda svedese UHT è fornitore globale di processi metallurgici per leghe in acciaio e ferrose, che combina un avanzato know-how e raffi nati sistemi di controllo di processo per granulazione dei metalli e tecnica di affi nazione in convertitore. UHT off re due diverse tecniche per l’affi nazione in convertitore: una di tipo tradizionale, con impiego di argon; l’altra, in cui la maggior parte di tale costoso gas viene sostituita da vapore. Per entrambe, UHT adotta sistemi di azionamento diretto Hägglunds di Rexroth.

Assenza di vibrazioni e minore usura

“Abbiamo scoperto gli azionamenti Hägglunds sul finire degli anni ‘90. Poco dopo aver sviluppato un concept per gli specifi ci requisiti dell’affi nazione in convertitore, decidemmo di renderli parte integrante delle nostre forniture”, ricorda Joakim Lundström, Project Manager di UHT. Fino ad allora, l’azienda aveva utilizzato soltanto normalissimi azionamenti elettromeccanici. Tuttavia, l’insuffl amento di gas nei materiali fusi comporta vibrazioni e coppie elevate; dato il gioco fra le grandi dentature, tali vibrazioni sollecitano fortemente gli azionamenti elettromeccanici. In un sistema idraulico, invece, l’olio funge da smorzatore, riducendo al minimo le vibrazioni. “Siccome un azionamento Hägglunds assorbe le vibrazioni, esso riduce le sollecitazioni sul convertitore e sulla fondazione in calcestruzzo che lo sostiene”, ci spiega Lundström.

In determinate zone, inoltre, l’ingranaggio si logora, in quanto il convertitore, durante il processo di affi nazione, viene spostato sempre nelle stesse posizioni. “Il provvedimento di manutenzione volto a compensare il logoramento, oppure per sostituire gli ingranaggi o riposizionarli, è complesso e laborioso; un si-

stema idraulico rende tutto questo completamente superfluo”.

Tempi di processo più brevi

Gli azionamenti Hägglunds off rono ai convertitori UHT un ulteriore vantaggio di concorrenzialità, come rimarca Lundström: “Tali azionamenti erogano la coppia massima fi n dall’inizio, il che è molto importante”. In questo modo, i convertitori si possono inclinare con maggiore rapidità e precisione. I clienti possono così ridurre i loro tempi di processo e minimizzare i traboccamenti di metallo durante l’affi nazione.

La tecnologia di azionamento oleodinamica rafforza inoltre i vantaggi di un’altra soluzione UHT: il controllo di processo Level 2 UTCAS. “Questo controllo svolge tutti i calcoli, è sempre un passo avanti e stabilisce esattamente quando occorre variare la miscela di gas e aggiungere materiale”, prosegue Lundström.

UTCAS può, quindi, velocizzare il processo del cliente, ma ad una condizione: che l’equipaggiamento sia appropriato. “I motori Hägglunds funzionano con impeccabile uniformità e reagiscono a qualsiasi comando. Con un azionamento Hägglunds, il convertitore si inclina sempre nella giusta posizione ed opera con grande precisione. Gli azionamenti convenzionali non possono competere con un simile grado di esattezza”, conclude Lundström.

Non sorprende, quindi, che il tecnico sia molto soddisfatto della collaborazione con Bosch Rexroth: “Ormai da anni, collaboriamo strettamente con il team Hägglunds di Mellansel, in Svezia. E il fatto più positivo è che tale collaborazione si sia sempre mantenuta profi cua. Questa squadra ci sostiene costantemente, è sempre agevolmente reperibile ed estremamente fl essibile”.