La scelta del tipografo

Marginal Column

Una macchina ibrida Aplprinta V con quattro gruppi di stampa offset e uno per stampa flessografica.

Nel gruppo di stampa Alprinta V con formato a variazione continua, il cambio dei cilindri die stampa richiede due soli minuti.

Müller Martini spariglia le carte nel mercato della stampa di confezioni: le macchine da stampa offset entrano in nuovi ambiti d’impiego.

 

Pellicole colorate, sacchetti, etichette di ogni forma immaginabile: la stampa di confezioni flessibili deve essere conveniente, veloce ed adattabile alle variazioni. Per tali ragioni, i tipografi utilizzavano finora le tecniche flessografica e calcografica, che consentono di realizzare i più svariati formati tipografici con relativa semplicità. Al contrario, nella stampa offset a rulli di tipo convenzionale, un cambio formato produce un aumento del costo dei materiali, dovendo sostituire per intero gli inserti di stampa. Que­sta problematica annulla il grande vantaggio di questa tecnica: poter realizzare le forme tipografiche in modo rapido e semplice tramite esposizione. La Alprinta V della ditta elvetica Müller Mar­tini, consente invece di sfruttare tale pregio anche nella stampa di confezioni flessibili, grazie alla stampa offset a rulli con formato a variazione continua.

Più variabilità senza albero

Tutto ciò è reso possibile grazie alla soluzione Indramotion for printing di Rexroth.Questa moderna tecnologia sfrutta l’elevata precisione di sinconizzazione degli assi e permette di ridurre sensibilmente il tempo di preparazione di un nuovo formato. Il leggero cilindro in fibra di carbonio di un gruppo di stampa Alprinta V può essere sostituito in soli due minuti. La rapidità nel cambio formato abbinata al vantaggio di brevi lead time dovuti alla rapida esposizione nel processo, consentono grande flessibilità nella produzione su commessa ed aumentano la produttività. Queste caratteristiche risultano particolarmente apprezzate nei casi in cui si richiedono frequenti variazioni di motivi ed ordini, con ridotta probabilità di ripetizione.

La macchina offset a rulli può quindi sconfinare in nuove applicazioni ed essere impiegata anche con tirature finora appannaggio delle macchine con alimentazione a fogli. Uno degli elementi centrali della soluzione è il sistema di controllo Motion Logic che, sfruttando i blocchi funzionali di libreria Rexroth, permette di semplificare e rendere particolarmente leggibile l’engineering del PLC e del Motion Control. La Alprinta V riesce quindi là dove le sue “parenti” offset di tipo convenzionale devono gettare la spugna: la lavorazione di materiali in pellicola molto sottili ed estensibili per confezioni flessibili.

A tale scopo, Müller Martini ha sviluppato la tecnica StretchCorrect TM , un’interazione ottimale fra la concezione ad azionamenti singoli ed i riduttori elettronici, che consente di regolare i regimi dei cilindri con una precisione del decimo di punto percentuale. I parametri di processo vengono implementati semplicemente premendo un tasto.

Un utilizzo semplice e sicuro

Il sistema di controllo mostra la propria semplicità di utilizzo già in fase di messa in servizio: è possibile infatti configurare flessibilmente i moduli della macchina stessa riducendo i tempi di messa in servizio e permettendo di espandere ulteriormente l’applicazionecon altri gruppi di stampa o moduli di lavorazione. Inoltre, la soluzione di automazione Rexroth comprende numerose funzioni preconfigurate tipiche di questi processi, che sostituiscono la laboriosa programmazione con un’agevole parametrizzazione.

Anche le funzionalità certificate Safety sono parte integrante del sistema. Le Safety on Board consentono, in caso di interventi manuali per cambio formato, di portare in stato sicuro i singoli azionamenti, in modo mirato e senza disattivare l’intera macchina.

Per una stampa orientata al futuro

Un Job Handling automatizzato, che riduca nettamente i tempi di ripreparazione e renda conveniente anche la stampa di piccole tirature, risulta molto conveniente per i tipografi. La Alprinta è stata già installata in più di sessanta tipografie: uno sprone, per Müller Martini, a promuovere il futuro della stampa offset a formato variabile. Per la sua ultima generazione di macchine, la VSOP, l’azienda impiega nuovamente la soluzione di automazione Rexroth: IndraMotion for Printing, disponibile anche come espansione per macchine Alprinta preesistenti.