Gestire attivamente il cambiamento

Marginal Column

Il materiale è staccato sulle scaffalature kanban, accanto alla linea di montaggio, in modo da essere sempre facilmente utilizzabile.

L’Officina Kaizen della ditta Deutz AG: qui I dipendenti costruiscono in maniera autonoma I mezzi di esercizio assemblando I component di più programmi Rexroth.

Con il telaio di trasporto, realizzato autonomamente, è possibile spostare I motori in modo rapido e sicuro all’interno dell’officina.

Con il sistema di profilati tubolari EcoShape il personale di Deutz AG è in grado di applicare le metodologie di Lean-Production al lavoro quotidiano. In un laboratorio proprio, creano semplicemente e rapidamente nuovi mezzi d’esercizio.

 

La Deutz AG di Köln-Porz è sinonimo di pionierismo, passione e forza innovativa ed è anche nota per il coraggio grazie al quale continua a progredire. “Noi mettiamo continuamente alla prova il nostro modo di lavorare e riconsideriamo se e come potremmo intervenire per migliorarlo”, spiega Ralf Laakmann, Direttore Sistema di Produzione Deutz. L’obiettivo del costruttore di motori consiste in una produzione snella e senza sprechi. “Per far sì che queste considerazioni siano saldamente radicate nelle menti dei nostri collaboratori, sono necessari sia corsi di formazione, sia possibilità di attuazione veloci e praticabili”, prosegue Laakmann. A questo scopo Deutz non tiene solamente regolari workshop per i suoi collaboratori, bensì punta anche su di una “Officina Kaizen” al centro del capannone di produzione, improntata alla filosofia di lavoro giapponese del “continuo miglioramento”.

Nessuno spazio per gli sprechi

Chi desidera sapere perché quest’area con il nome altisonante è così importante per la ditta Deutz di Köln-Porz deve solamente osservare le condizioni generali del posto. Il sito produttivo racchiude una delle più moderne fabbriche di motori del mondo. I clienti impiegano gli azionamenti in macchine operatrici mobili, nell’agricoltura oppure nelle imbarcazioni. Le esigenze specifiche del cliente sono molteplici ed impegnative, e il ritmo di produzione è elevato: ogni 90 secondi un nuovo motore lascia lo stabilimento. Al fine di garantire la continuità di un output produttivo così elevato, la produzione deve reagire rapidamente alle nuove condizioni che si presentano.

I collaboratori hanno accesso in qualsiasi momento alla “Officina Kaizen”, situata in posizione centrale nel settore di produzione dei motori. Questo consente di realizzare semplicemente nuovi mezzi d’esercizio, per adeguare così rapidamente i processi produttivi esistenti. In una linea di montaggio di prova installata per questo scopo, i collaboratori possono testare direttamente l’adattabilità delle loro proposte di ottimizzazione all’impiego quotidiano. La produzione può così continuare senza alcuna interruzione.

Nuovi mezzi d’esercizio, quotidianamente

Il grande magazzino funge da base per l’officina ed è fornito di componenti del sistema di profilati tubolari EcoShape. La PTS Automation, partner commerciale di Rexroth, ha fornito i componenti e ha supportato la ditta Deutz anche nella creazione dei primi mezzi di esercizio. I collaboratori della ditta Deutz furono entusiasti di quanto fosse facile e veloce trasferire con EcoShape il “processo di miglioramento continuo” nella quotidianità.

Quasi ogni giorno praticamente vengono realizzati nuovi mezzi di esercizio: “Le possibilità di combinazione consentono di realizzare qualsiasi desiderio e sono uno dei motivi per cui il sistema spicca sugli altri”, si rallegra Laakmann. Con una semplice tecnica di collegamento basata sul principio “poka-yoke”, un principio volto alla prevenzione degli errori ed anch’esso importato dall’Estremo Oriente, è possibile assemblare senza errori i 19 diversi singoli componenti. In base al campo di applicazione gli operatori possono pertanto anche fare ricorso a componenti prelevati dai programmi Rexroth completamente compatibili, quali “Sistemi di produzione manuali” e “Elementi base di meccanica”. Le costruzioni pronte sono quindi realizzate in robusto alluminio e sono immediatamente utilizzabili per l’impiego quotidiano.

Attrezzati per il futuro

Altrettanto versatili sono le possibilità di applicazione: così i dipendenti hanno assemblato una sorta di telaio per trasportare i motori nell’officina e per testare qui i mezzi di montaggio. In questo modo il trasporto veniva svolto senza un eccessivo affaticamento fisico. Proprio per simili mezzi d’esercizio, volti a semplificare le attività lavorative, il sistema EcoShape “paga” adesso e soprattutto in futuro: “L’età media dei nostri collaboratori cresce continuamente in funzione dello sviluppo demografico, così che dobbiamo organizzare tutti gli interventi inerenti alla tecnica di produzione anche sulla base di questo”, dice Laakmann.

Questi interventi comprendono, ad esempio, mantenere i percorsi i più brevi possibili, ed introdurre contenitori per i pezzi ad un’altezza di utilizzo ottimale. I collaboratori tuttavia sono in grado di intervenire già oggi e possono mettere in pratica i provvedimenti, ad esempio con l’utilizzo di “scaffalature kanban”: ciò significa che tutti i componenti necessari per un processo produttivo devono essere immagazzinati in modo da essere sempre a portata di mano.