Marginal Column

La pressa di fucinatura in stampo aperto può forgiare senza difficoltà l

Velocità, forza e precision

70 corse al minuto. Con una forza di 80 meganewton. Con una precisione millimetrica. In questo modo in Cina, in una gigantesca fucina, si effettua lo stampaggio a caldo dell’acciaio.

 

La Cina è leader mondiale assoluto per quanto concerne la produzione di acciaio: nel 2011 circa 683 milioni di tonnellate, e quindi il 45% dell’acciaio prodotto a livello mondiale, hanno avuto origine nel Celeste Impero. Tali quantitativi devono essere lavorati, ad esempio con una pressa di fucinatura in stampo aperto: un gigantesco braccio prensile, il manipolatore, guida l’acciaio incandescente mentre la pressa gli conferisce la forma desiderata. Il Taiyuan Heavy Machinery Group ha sviluppato una pressa simile che, con una potenza di 80 meganewton, può forgiare l’acciaio grezzo fino ad uno spessore di quattro metri.

Decisione coraggiosa

L’idraulica per i moderni magli per fucinatura deve essere potente, veloce e pilotabile con precisione. L’obiettivo: 70 corse al minuto con una precisione di 1 millimetro. Inoltre il gruppo Taiyuan ha richiesto specifiche in termini di automazione, efficienza energetica e silenziosità. “La sfida era enorme”, ricorda Xiangdong Kang, Project Manager presso Bosch Rexroth in Cina. “Dobbiamo accelerare il maglio per fucinatura dapprima estremamente verso il basso e quindi invertire improvvisamente il suo senso di rotazione verso l’alto.” Per gli ingegneri Rexroth in Cina questa fu la prima esperienza nell’ambito delle mega-presse per fucinatura; lavorarono a stretto contatto con il Centro Applicazioni per presse di Lohr, in Germania.

Pianificazione, progettazione e simulazione mediante il software Mosihs, un programma sviluppato da Rexroth per la simulazione modulare dei sistemi idraulici, hanno un’immensa importanza per un progetto del genere, affinché montaggio e messa in servizio si svolgano successivamente senza difficoltà. Tuttavia, anche la pianificazione più accurata non può evitare eventuali sorprese durante il funzionamento. “Appurammo in loco che durante il funzionamento si riscontravano nel sistema rumori e vibrazioni.

Pertanto fu necessario prendere una decisione coraggiosa: l’intero sistema di tubazioni fu posato ex novo e ripetemmo la simulazione”, racconta Kang. Lingling Wang, Direttrice del reparto tecnico per le presse di fucinatura presso la Taiyuan, aggiunge: “Durante l’intero progetto il tempo a disposizione imponeva ritmi di lavoro estremamente serrati. Tuttavia, ripensando a quel periodo, mi rallegro della scrupolosa cooperazione.” Grazie alla nuova posa delle condutture fu possibile ottimizzare la struttura delle stesse e dei blocchi valvole, nonché mettere insieme un intero sistema realizzato su misura.

Potenza armonica

Oggi le pompe A4 pompano nel sistema 10.000 litri di olio ad alta pressione al minuto. Pompe a pistoni assiali a cilindrata variabile con regolazione della pressione e della quantità proporzionale garantiscono un’elevata efficienza energetica. L’intero sistema viene pilotato da un sistema Motion Control HNC. Kang: “Il comando della macchina dirige le valvole di riempimento e le valvole regolatrici. Da ciò deriva un elastico movimento tra pressa e manipolatore. Armonico, ma con potenza.”