Marginal Column

Una partnership al decollo

Content

Novembre 2017

 

Con l’adozione delle viti con tecnologia a rulli planetari Rexroth accoppiati ai martinetti di sollevamento meccanici, Unimec affronta una nuova sfi da per l’industria aeronautica.

Perseveranza e fiducia nelle proprie capacità: grazie a queste caratteristiche, la famiglia Maggioni ha tratto dalla propria azienda Unimec una storia di successi. L’azienda, a gestione familiare, si distingue per la realizzazione di martinetti di sollevamento, prodotti esclusivamente in Italia. Tale realtà è apprezzata a livello globale nello sviluppo di soluzioni specifi che, per i più svariati requisiti progettuali ed in qualsiasi settore: dai sollevamenti perfettamente sincronizzati, allo spostamento e all'allineamento di ogni tipo di carico, da precise movimentazioni meccaniche al sollevamento di centinaia di tonnellate. Il 60% della produzione Unimec è costituito da prodotti su misura.

Obiettivo: un affidabile gruppo di sollevamento per carichi pesanti

Unimec ha dovuto affrontare una sfida del tutto nuova, quando un importante player del settore aeronautico si è rivolto all’azienda richiedendo un gruppo di sollevamento idoneo a gestire test di durata su componenti dei velivoli. Con la nuova apparecchiatura di prova, funzionante 24 ore su 24, andranno verificati determinati componenti meccanici, da assemblare, poi, all’interno del velivolo. Tuttavia, i consueti sistemi meccanici disponibili sul mercato non erano in grado di eseguire correttamente lo stress test: piccole dimensioni, carichi elevati, velocità costantemente alte e lunghi cicli di lavoro, oltre ai severi requisiti di durevolezza della macchina, avevano determinato un nuovo progetto. Unimec ha quindi colto “al volo” un’opportunità davvero da non perdere, contattando immediatamente il fidato partner Bosch Rexroth per richiedere supporto tecnico. La sfida consisteva nello sviluppare un gruppo di sollevamento che non solo fosse all’altezza delle elevate aspettative e degli standard necessari, richiesti per questa particolare applicazione. Bosch Rexroth ha proposto una soluzione meccanica dai grandi vantaggi tecnologici: una tecnologia a rulli satellite sincronizzati, rispetto alle consuete viti a ricircolo di sfere a pari dimensioni avrebbe affrontato carichi di peso triplo. Rispetto alle soluzioni idrauliche, grazie al controllo elettronico, i rulli assicurano grande capacità di carico e precisione sulla ripetibilità in tutte le fasi di movimento.

I riduttori di sollevamento Unimec sono stati equipaggiati con viti PLSA da 48 e 39 mm di diametro, per ottenere una capacità di carico e durata idonea all'applicazione richiesta.

Il lieto fi ne del progetto

Le particolari caratteristiche tecnologiche delle viti a rulli planetari PLSA Rexroth hanno vinto la sfida: Unimec ha così potuto soddisfare le richieste cliente dopo appena sei settimane, rispettando tempi e costi dello studio progettuale. Perciò, a progetto concluso, tutti i partner hanno espresso piena soddisfazione.