Marginal Column

Dentro a una nuova era

125 anni fa, Robert Bosch fondava la sua azienda. Nello stesso periodo, Rexroth completava un avvicendamento tecnologico decisivo.

 

A sinistra: Robert Bosch. A destra: Georg Ludwig Rexroth II.

Nell’anno 1886, Robert Bosch inaugurava a Stoccarda la propria Officina per la meccanica di precisione e l’ingegneria elettrica, gettando quindi le basi per importanti innovazioni in una nuova era industriale. Nello stesso periodo, Rexroth completava un avvicendamento decisivo negli orientamenti tecnologici: dopo oltre novant’anni di tecnica di forgiatura, l’azienda impiegava ora la maggior parte delle proprie forze nella fusione.

Questo nuovo orientamento fu cruciale per il futuro dell’azienda stessa, poiché i nuovi ritrovati tecnologici, come la tecnica Bessemer, consentirono la produzione di acciaio su larga scala. Tali rivoluzioni, in ambito tecnico ed economico, portarono al tramonto delle ferriere, che ancora quarant’anni prima procuravano ottimi affari alla famiglia Rexroth.

Quando Georg Ludwig Rexroth, nel 1861 – anno di nascita di Robert Bosch – acquisiva il “Maglio Superiore” di Lohr, l’ultima fucina nella storia dell’azienda, nella regione dello Spessart e nella vicina Odenwald iniziavano già a chiudere i battenti i primi stabilimenti di questo genere. Ma essendo già iniziato undici anni prima il riorientamento aziendale, con l’acquisizione della fonderia di materiali ferrosi di Lohr, lo spostamento della produzione sugli avanzati prodotti di fonderia poté procedere con ancor maggiore forza.

Un avvicendamento decisivo per il futuro

Il passo decisivo venne compiuto dall’azienda nel 1886, con la chiusura del “Maglio Inferiore” nella fonderia di Lohr. 125 anni fa, lo stabilimento principale vide così un decisivo aumento delle capacità della fonderia. Questo avvicendamento tecnologico, avvenuto nel momento opportuno, si rivelò una fra le più importanti decisioni nella storia aziendale. All’inizio del ventesimo secolo, sempre in questa fonderia, la decisione di puntare su ghise speciali resistenti alla pressione spianerà la strada verso una tecnologia d’avanguardia, arrivata fino ai nostri giorni: l’idraulica.

Con la successiva espansione della gamma tecnologica, Rexroth è andata trasformandosi nella The Drive & Control Company di oggi, che, dalla fusione con Bosch Automation Technology del 2001 che l’ha integrata nel Gruppo Bosch, offre ai propri Clienti un know-how tecnologico ampiamente diversificato.

Saper riconoscere tempestivamente le opportunità di mercato e impegnarsi a lungo termine nei mercati in crescita rappresentano un’altra costante nella lunga tradizione dell’azienda, così come attribuire la massima importanza a Clienti e fornitori, come puntualizza Robert Bosch: “Condurre un’azienda in modo corretto si dimostra nel tempo la scelta più proficua e il mondo dell’impresa apprezza una conduzione del genere ben più di quanto si potrebbe pensare.”