Per un varo conforme alle previsioni

Marginal Column

L’imbarcazione speciale trasporta le strutture della piattaforma in un solo blocco e consente di eseguire lo smontaggio sulla terraferma.

Grafico: Allseas

Il costruttore di imbarcazioni speciali Allseas punta su procedure di progetto vincolanti.

 

Nella costruzione di imbarcazioni speciali, eventuali ritardi nella fase progettuale comportano sensibili perdite finanziarie. Per Allseas, sicurezza di processo e un partner affidabile erano quindi requisiti di grande importanza nella pianificazione della più grande nave da installazione al mondo, che andrà varata nel 2014.

L’imbarcazione potrà sollevare e trasportare opere morte (in inglese “topsides”) di impianti offshore fino a 48.000 tonnellate di peso e piattaforme in acciaio fino a 25.000 tonnellate. Per le soluzioni del sistema drive&control e i componenti del Topside Lifting System (TLS), Allseas si rivolse quindi, nel 2008, a Bosch Rexroth, già da tempo partner dell’azienda. Data l’unicità e la complessità dei requisiti, si concordò di procedere insieme allo sviluppo del TLS, definendo i dettagli passo dopo passo. Ne risultò un contratto per il System Engineering comprensivo delle simulazioni di accompagnamento.

I capitolati risultanti da tale contratto prevedevano vari lotti di opere, da cui presero forma tre sottoprogetti, rispettivamente per il Detail Engineering e per le fasi di produzione e di acquisto; ciascuno di questi sottoprogetti interessava l’unità centrale, l’azionamento orizzontale e quello verticale: più catene di processo, quindi, che procedessero in parallelo, influendo l’una sull’altra. Un’ulteriore, particolare sfida per la squadra internazionale Rexroth, composta dagli ambiti Sviluppo, Assicurazione Qualità, Project Management e Acquisti, era costituita dalle strette tempistiche di realizzazione.

Ciò, in particolare, per la fase di produzione, in cui si trattava di ottimizzare i tempi delle capacità di produzione, suddivise a livello mondiale, ma anche di pianificarle in modo realistico . L’esempio dell’azionamento orizzontale dimostra appieno la competenza tecnica di Bosch Rexroth in questo campo applicativo. Per la scelta dell’azionamento orizzontale più idoneo, gli ingegneri Rexroth hanno creato una matrice con 16 tipologie di azionamento, considerando aspetti tecnici, economici e di manutenzione.

Se, di primo acchito, tutto ciò appare molto complicato, da ultimo risulta invece molto vantaggioso per il cliente, che ottiene così la soluzione tecnologica ottimale per il suo caso. Grazie a procedure di Project Management vincolanti, il cliente viene inoltre tutelato da inutili ritardi successivi: a lavoro concluso, si potranno quindi aggiungere all’elenco delle referenze un altro progetto di successo e un altro cliente soddisfatto.