Gli Smart Service: una garanzia di valore aggiunto

Smart services deliver added value
Marginal Column
Content

Marzo 2017

 

I gestori di macchine ed impianti tengono ad avere servizi base affidabili: ad esempio, una rapida fornitura di ricambi, concezioni di manutenzione ben strutturate, interventi di riparazione tempestivi e corsi di formazione dalle qualifiche elevate. Bosch Rexroth abbina ai servizi di tipo classico gli innovativi Smart Service.

Per i servizi classici, Bosch Rexroth ha un obiettivo chiaro: offrire eccellenza in tutti gli ambiti – e proprio per questo, l’azienda integra l’ambito automazione con quello informatico.

Le concrete caratteristiche di Customer Care spaziano dalle targhette elettroniche alle unità di controllo integrabili, fino a componenti e sistemi intelligenti, elettrici e idraulici, che consentano di rilevare gli stati di macchine ed impianti. A tale riguardo, un esempio sono le unità idrauliche intelligenti, come la serie ABPAC. Grazie all’intelligenza decentralizzata e a pacchetti di sensoristica opzionali, le unità rilevano costantemente tutti gli stati d’esercizio: così, in un colpo d’occhio, l’operatore ottiene tutte le informazioni cruciali, quali grado di contaminazione dei filtri, qualità dell’olio, pressione di aspirazione e di accumulo o temperature, e può intervenire in qualsiasi momento con le opportune regolazioni. Il traguardo? Zero difetti, zero avarie, zero perdite di qualità. Riguardo a teleassistenza, nuove concezioni di manutenzione, servizi di consulenza o retrofitting, vanno crescendo d’importanza i servizi a valore aggiunto cloudbased.

Nel Customer Care tecnologico, si sta delineando un netto cambiamento: riparare non basta più. I cosiddetti “Smart Service” si basano su una meticolosa raccolta di dati; tali informazioni, debitamente filtrate, aggregate ed orientate all’utente, consentono di ridurre i tempi di fermo e di abbassare i costi di processo. Le misure di manutenzione preventiva riducono al minimo i casi di anomalia imprevisti: i necessari interventi di riparazione o di ammodernamento si svolgono nelle pause di produzione già previste, all’insegna della massima produttività. Il presupposto base è il pacchetto di servizi ODiN (Online Diagnostics

Network) Rexroth. Concepito per stabilimenti produttivi con sistemi idraulici, ODiN non soltanto raccoglie dati, ma utilizza algoritmi ad autoapprendimento nell’ambito Data Mining per ottenere precise analisi di rischio, previsioni preventive di avaria e concrete indicazioni operative per la manutenzione preventiva.

Anche per le macchine utensili esiste la soluzione appropriata: il prodotto software Remote Condition Monitoring di Rexroth valuta regolarmente e senza l’ausilio di sensori i dati relativi agli azionamenti e i parametri d’esercizio di tutte le macchine utensili collegate. Tale sistema di Monitoring si basa sulla soluzione di sistema CNC open source IndraMotion MTX e rileva in modo affidabile lo stato attuale delle macchine utensili.

Così, le misure di manutenzione, ordinaria e straordinaria, diventano pianificabili. La sostituzione preventiva e puntuale dei componenti, prima che sopraggiungano segni critici di usura, riduce il numero dei guasti in modo significativo.

Nel contempo, i costi di manutenzione e per i ricambi si riducono.

Affidabile in stabilimento, sui campi e in cantiere.

Ciò che vale per una fabbrica, vale a maggior ragione per le macchine operatrici mobili per il settore edile o agricolo, dove eventuali avarie sul campo causano enormi costi per i gestori. In tale ambito, l’integrazione può incrementare nettamente la disponibilità. Ad esempio, il display di comando per macchine operatrici mobili BODAS DI4 è espressamente ottimizzato per le applicazioni integrate.

Senza apparecchi di diagnostica esterni, i tecnici di manutenzione o gli operatori autorizzati, anche dall’esterno delle officine, accedono direttamente a tutte le centraline dell’idraulica di lavoro e di trasmissione. Il display legge gli errori attivi e quelli presenti in memoria, velocizzando la diagnostica; mediante l’interfaccia USB integrata, il tecnico del Customer Care carica nuovi parametri per le centraline BODAS, oppure trasferisce nuovi programmi sequenziali. Inoltre, ad esempio, l’accesso tramite l’eShop Rexroth riduce il lasso temporale fra l’avaria e l’arrivo della parte di ricambio. Le capacità di questa maggiore presenza dell’elettronica sono dimostrate dalla pompa a cilindrata variabile a pistoni assiali A4VG che, mediante un’apposita interfaccia open source, inoltra alla centralina della macchina i dati della sensoristica rilevati in precedenza.

La centralina, a sua volta, comunica tramite Internet, ad esempio, con il cloud dell’OEM, assicurando così sempre la massima trasparenza riguardo allo stato d’esercizio della macchina. Le costose avarie della mietitrice nella stagione di lavoro più intensa appartengono, quindi, al passato: ora la manutenzione preventiva garantisce massima disponibilità. Un ulteriore vantaggio consiste nei minori costi di manutenzione, in quanto vengono sostituiti solo gli elementi e i fluidi effettivamente usurati o esausti.