Glass Making Machinery

Massima precisione ed alta velocità: Bosch Rexroth ottimizza la lavorazione del vetro

  • Interpolazione a controllo numerico e ad alta risoluzione a livello nanometrico
  • Azionamento lineare dinamico IndraDyn L
  • Soluzioni di sistema complete e utilizzabili in maniera flessibile
 

Nella lavorazione del vetro, la tecnologia di azionamento e di controllo di Bosch Rexroth rende possibili livelli di precisione mai raggiunti. In questo modo le molatrici o le levigatrici per vetro lavorano con margini di precisione che sono maggiori rispetto alla lavorazione dei metalli dal cinque al dieci percento. Le tolleranze raggiungibili da 50 a 60 nanometri corrispondo alla forza di 100 impianti atomici.


Potete utilizzare le soluzioni di sistema complete di Bosch Rexroth anche per la lavorazione di numerosi prodotti di precisione. Pensiamo ad esempio alla tecnologia medicale, in particolare alla produzione di lenti per gli endoscopi che sono sempre più utilizzati durante le operazioni non invasive.

Anche per la lavorazione di grandi lenti, necessarie per la produzione di semiconduttori, o di prismi per la tecnologia di analisi ad alte prestazioni, la tecnologia di Bosch Rexroth minimizza gli errori di produzione a livello molecolare.

Nella lavorazione del vetro soffiato sono particolarmente importanti la precisione e la velocità. Potenti impianti produttivi per i vetri di sicurezza o stratificati, necessitano di maggiore precisione e allo stesso tempo, velocità più elevate per raggiungere una maggior produttività.


In questo modo, velocizzerete le tempistiche della vostra produzione e risparmierete in maniera considerevole.


Uno dei più veloci impianti per la lavorazione del vetro lavora con i motori lineari di Bosch Rexroth. Mentre le soluzioni convenzionali con elementi di trasmissione meccanici mostrano tolleranze elevate, con gli azionamenti diretti non sono presenti tolleranze significative


Il risultato:

  • Tagli estremamente precisi con tolleranze sensibilmente più ridotte.
  • Riducete il ciclo di taglio del 20 percento con un'accelerazione di 1,5 volte rispetto alla combinazione precedentemente usata di servomotori rotativi e ingranaggi.