Stampa

Content
CS_2016_Bauma_Un’unità di comando e visualizzazione universale it, 29-03-2016

Un’unità di comando e visualizzazione universale

Il nuovo display BODAS DI4 Rexroth

Per gli utenti finali, semplicità d’uso e pannelli di controllo ergonomicamente ottimizzati sono fattori sempre più importanti nella scelta delle macchine operatrici mobili. Di conseguenza, i produttori di macchine desiderano pannelli di controllo con funzionalità e visualizzazioni liberamente configurabili e incorporabili in modo semplice nel quadro comandi. Il display BODAS DI4 risponde esattamente a tali requisiti, in ambito hardware e software. Per programmare questo display di nuova generazione, i produttori utilizzano l’ambiente di sviluppo CODESYS 3.5, , potendo così visualizzare qualsiasi funzionalità della macchina. Sono altresì disponibili due hardkeys per funzioni predefinite e 12 pulsanti di funzione a programmazione libera. L’operatore, inoltre, può selezionare in modo intuitivo le funzioni anche senza contatto visivo con il pannello di controllo, mediante un apposito pulsante a manopola. Per una semplicità d’uso ancora maggiore, gli elementi di comando sono illuminati e gli elementi indicatori sono del tipo a LED a quattro colori.

Interfaccia USB e “flashing”, per un service semplificato

Il DI4, oltre ad espandere il sistema modulare BODAS per l’elettronica delle applicazioni mobili, agevola gli interventi di assistenza sulle macchine operatrici mobili. Utilizzando il display come unità master, i tecnici autorizzati del Servizio Assistenza, o anche gli operatori, possono accedere ad altre unità di controllo BODAS Rexroth integrate nella macchina senza utilizzare un tester diagnostico esterno, perfino fuori dalle stesse officine. Il display rileva gli eventuali errori in essere e quelli archiviati in memoria, velocizzando la diagnostica. Il tecnico del Servizio Assistenza può caricare i nuovi parametri per l’unità di controllo BODAS tramite la porta USB integrata, ad esempio con una semplice pen-drive USB, oppure trasferire nuovi programmi applicativi tramite “flashing”.

Grande versatilità nel posizionamento

I progettisti possono utilizzare il DI4 come unità autonoma, oppure collocare il display, di profondità ridottissima, praticamente a filo nel quadro comandi, sia in verticale, sia in orizzontale. Il DI4 è ruotabile di 90° a step ed è utilizzabile indifferentemente da utenti destrimani e mancini, grazie alla concezione simmetrica. La versione standard comprende due interfacce video, due interfacce CAN 2.0B e un’interfaccia USB, oltre a svariati ingressi ed uscite, analogici e digitali. La versione PRO offre inoltre un display touch, che consente di passare dall’una all’altra funzione semplicemente scorrendo un dito, nonché un’interfaccia Ethernet; per il futuro, è prevista anche un’interfaccia Bluetooth.

Grazie alle funzioni preinstallate di visualizzazione PDF e riproduzione audio/video, i produttori di macchine possono inoltre fornire all’utente contenuti multimediali: questa soluzione agevola l’apprendimento ed è di grande aiuto per utilizzare correttamente anche le funzioni d’uso poco frequente.

Economica, precisa, sicura e ad alta efficienza energetica: la tecnologia degli azionamenti e dei controlli di Bosch Rexroth muove macchine e impianti di qualsiasi dimensione. Con la sua esperienza multi tecnologica in diversi ambiti applicativi: Mobile Applications, Machinery Applications e Factory Automation, e con un Service globale, Bosch Rexroth può essere l’interlocutore unico dei propri clienti per idraulica, azionamenti e controlli elettrici, tecnica lineare e di montaggio. Bosch Rexroth è l’unica società ad operare in questi settori con un’offerta integrata in grado di soddisfare simultaneamente molteplici esigenze, dal supporto alla progettazione alla fornitura di componenti di alta qualità. Con sedi in oltre 80 paesi, Bosch Rexroth ha generato nel 2014 un fatturato di circa 5,6 miliardi di euro.

Per ulteriori informazioni, visitate il sito www.boschrexroth.com

Il Gruppo Bosch è fornitore leader mondiale di tecnologie e servizi. Al 31 dicembre 2015 i circa 375mila collaboratori hanno generato un fatturato di 70 miliardi di euro. I settori di business sono divisi in quattro aree: Tecnica per autoveicoli, Tecnologia industriale, Beni di consumo e Tecnologie costruttive ed energetiche. Il Gruppo comprende l’azienda Robert Bosch GmbH e quasi 440 imprese tra consociate e filiali in circa 60 Paesi, 150 se si includono i partner commerciali e di assistenza. Le attività internazionali di sviluppo, di produzione e di vendita sono alla base della continua crescita. Nel 2015 Bosch ha registrato oltre 5.400 brevetti in tutto il mondo. Grazie ai suoi prodotti e servizi Bosch migliora la qualità della vita, offrendo soluzioni valide e innovative: “Tecnologie per la vita.”

Ulteriori informazioni sono disponibili online all'indirizzo www.bosch.com e www.bosch-press.com

 

Ricerca il comunicato


Contatti

Bosch Rexroth SpA Ufficio Stampa
Strada Statale Padana Superiore 11 41
20063 Cernusco sul Naviglio
marketing@boschrexroth.it




Articoli correlati

29-03-2016
Press Article

Trasmissioni idrostatiche efficienti e versatili

La pompa a pistoni assiali a cilindrata variabile A30VG consente brevi tempi di progettazione per le trasmissioni idrostatiche, grazie alla sua piena compatibilità con la gamma di elettronica per applicazioni mobili Rexroth e al collaudato software del controllo EP. La pompa introdotta nella gamma è destinata alle trazioni su ruota con due circuiti idraulici separati e può quindi funzionare come differenziale idraulico.


29-03-2016
Press Article

Compatte e complete: le nuove trasmissioni Rexroth per argani

In occasione della fiera Bauma Bosch Rexroth presenta una soluzione di azionamento particolarmente compatta per gli argani delle gru: la nuova serie di trasmissioni GFW 5000. Il sistema modulare comprende riduttori ottimizzati per applicazioni su argani, compatibili con motori Rexroth a cilindrata fissa e variabile. I nuovi gruppi rotativi a nove pistoni offrono una migliore regolarità, consentendo quindi di posizionare con precisione i carichi delle gru a basse velocità di fune. Le elevate velocità di fune migliorano invece la produttività giornaliera, anche in caso di carichi pesanti.