Stampa

Content
CS_2014_SPS_sercans_sercos 23-05-2014

Un cavo invece di tre: il modulo Sercos-master SERCANS semplifica l’automazione

Sempre più spesso, la richiesta di aumentare la produttività delle macchine e dei sistemi implica la necessità di utilizzare movimenti coordinati real-time. Allo stesso tempo i processi richiedono sempre più l’integrazione di sistemi di misura e di visione e di un numero elevato di altri sensori da campo. Ciò implica la gestione di un numero ingente di dati, e quindi l’esigenza di dover aggiungere un ulteriore cavo di comunicazione. Inoltre se è anche necessaria la presenza di un controllore di sicurezza, i costruttori di macchine sono spesso costretti a dover installare una terza linea di comunicazione.

Grazie all’ultima versione di firmware, SERCANS riduce tutto ciò ad un unico cavo Ethernet per la gestione dell’intera comunicazione di macchina.

Questa scheda di controllo da integrare all’interno di un PC è pronta a sfruttare tutte le potenzialità del controllore dual master. Ciò permette di gestire direttamente o combinati tra di loro dispositivi progettati per EtherNet/IP, TCP/IP e Sercos senza la necessità che l’utente debba aggiungere ulteriore hardware. Questo vantaggio competitivo è possibile grazie a Sercos, poiché nella propria comunicazione fornisce larghezza di banda sufficiente per lo scambio in parallelo sia di informazioni real-time che non real-time. Ciascun modulo master SERCANS ad interfaccia PCI-/PCI Express connette tra di loro fino a 128 partecipanti Sercos. Dato che in ciascun PC è possibile combinare fino a 4 master Sercos, ciò significa che si possono connettere fino ad un numero massimo di 512 partecipanti Sercos.

Un ulteriore vantaggio per l’utente è la possibilità della cross-comunicazione, cioè poter far parlare direttamente tra di loro diversi dispositivi periferici, senza che il master debba processare e gestire l’informazione, incrementando la produttività, accorciando i tempi di ciclo, e garantendo la massima performance nell’accoppiamento degli assi e nella comunicazione I/O. Grazie al nuovo wizard la progettazione della cross-comunicazione è stata semplificata notevolmente. L’interfaccia di memoria è già strutturata per gestire in modo chiaro il ciclo, il sistema e le informazioni di diagnostica; i dati per HMI, motion logic e Ethernet standard sono già pre-configurati. Prima ancora che il master attivi la comunicazione Sercos, i partecipanti alla rete possono già scambiarsi dati attraverso TCP/IP, EtherNet/IP e S/IP, quest’ultimo protocollo specifico di Sercos. In più, Sercos supporta la connessione hot plug di ulteriori partecipanti.

Da un punto di vista della sicurezza, attraverso il medesimo cavo Ethernet è possibile scambiare segnali sicuri grazie a CIP Safety on Sercos. Il protocollo è stato definito da Sercos in collaborazione con il consorzio ODVA ed è certificato SIL 3 secondo lo standard internazionale IEC 61508. In questo modo si elimina il cablaggio di un ulteriore cavo dedicato allo scambio dei segnali di sicurezza, poiché questi sono trasferiti sulla stessa rete Sercos dedicata alla gestione dei dati real-time. Per esempio, il controllore di sicurezza SafeLogic compact di Rexroth si prende carico del monitoraggio attraverso il cavo Ethernet di più di 400 azionamenti, ciascuno con le proprie funzionalità safety certificate, grazie all’utilizzo della scheda SERCANS.

SERCANS semplifica la realizzazione di infrastrutture miste nelle macchine utensili, così come nella produzione in ambiente alimentare o farmaceutico, per estendersi fino ai settori del confezionamento, del trasporto e della manipolazione.

 

Ricerca il comunicato


Contatti

Bosch Rexroth SpA Ufficio Stampa
Strada Statale Padana Superiore 11 41
20063 Cernusco sul Naviglio
marketing@boschrexroth.it