Stampa

Content
CS_2015_BODAS 13-11-2015

Bosch Rexroth espande il proprio sistema modulare BODAS per l’elettronica mobile

Bodas

Bodas

Centraline elettroniche di controllo multifunzione con finzione di “Safety”

La nuova centralina elettronica RC10-10/31 utilizza un processore ad alte prestazioni TriCore 32 da 270 MHz, che ha già dato buona prova in produzioni di grande serie per l'industria automobilistica; il processore è programmabile con i linguaggi evoluti “C” oppure IEC 61131-3.

Le capacità di sicurezza funzionale di RC10-10/31 sono attualmente in corso di certificazione, conformemente agli standard ISO 13849 e ISO 25119. Tale certificazione

estende formalmente le precedenti linee guida pianificate per il “safety” per le centraline elettroniche Rexroth. Gli OEM, quindi, otterranno un supporto ancora maggiore nel processo di certificazione della sicurezza macchine.

Per rendere più semplice l'engineering del software, Bosch Rexroth ha inoltre implementato una nuova struttura software modulare, denominata MASAR (Mobile Application Software Architecture - Architettura Software per Applicazioni Mobili), che consente di realizzare funzioni e template software predefiniti: una volta compilate le funzioni, i programmatori possono così riutilizzarle per nuove applicazioni, oppure crearne varianti in tempi brevi. Grazie alla parametrizzazione più agevole, ciò consente di ridurre i tempi di programmazione e velocizzare il Time to Market dei nuovi modelli di macchine edili.

Per le unità di controllo BODAS RC della serie 30 sono già disponibili soluzioni complete per la trasmissione di marcia idrostatica, sia per macchine su ruote, sia per quelle a cingoli; altri moduli sono in corso di implementazione, per coprire ulteriori funzioni.

Un sensore di pressione dalla più moderna tecnologia automotive

Il nuovo sensore di pressione PR4 definisce nuovi standard nella tecnologia sensoristica: la sua elevata capacità di carico, ad esempio riguardo ai picchi di pressione (fino a 750 bar) e gli shock termici (range di temperatura da -40 °C fino a +150 °C), lo rende ideale per le condizioni ambientali gravose. Il sensore si distingue inoltre per l'elevata accuratezza di rilevazione, con una deviazione massima dell'1,5% sull'intero range di temperatura e di pressione durante l’intero ciclo di vita. Un sistema integrato di diagnostica verifica il range di segnale, incrementando ulteriormente la sicurezza funzionale. Questo compatto sensore di pressione, ora alla quarta generazione, è basato sulla tecnologia attualmente impiegata per gli impianti d'iniezione dei motori ed è disponibile in due versioni: PR4/600 per il range di pressione fino a 600 bar e PR4/420 per valori fino a 420 bar.

Un sensore inerziale per l'automazione del futuro

Il nuovo sensore inerziale a 5 assi AC1 rileva simultaneamente per tre volte l'accelerazione e per due volte la velocità di rotazione: ciò lo rende ideale per svariate applicazioni, ad esempio per il controllo di posizione dinamico su atomizzatori per il settore agricolo o su piattaforme aeree, oppure per gestire la forza di trazione su caricatori gommati o sollevatori telescopici.

Un engineering basato su modelli

Per semplificare ulteriormente l'engineering, i produttori di hine da costruzione si affidano sempre più allo sviluppo basato su modelli, adottando i tool Matlab e Mathworks: ciò consente loro di simulare in anticipo le funzionalità della centralina, in base alla sua modularità. Bosch Rexroth supporta anche questo approccio, fornendo appositi modelli Matlab: i moduli del nuovo software applicativo Rexroth, come ad esempio il DRC40 per la trasmissione di marcia lsono basati su Matlab. Gli utenti possono quindi combinare tutti i vantaggi offerti da Matlab e da BODAS.

 

Ricerca il comunicato


Contatti

Bosch Rexroth SpA Ufficio Stampa
Strada Statale Padana Superiore 11 41
20063 Cernusco sul Naviglio
marketing@boschrexroth.it